(+39) 0573.91.90.74CONTATTACI
0item(s)

Non hai articoli nel carrello.

Product was successfully added to your shopping cart.

Tutorial in cucina - Come pulire le seppie

Dopo aver analizzato la preparazione, è tempo di capire come pulire le nostre seppie che poi andremo a cucinare. Anche se l'operazione sembra insormontabile, pulire la seppia non affatto una cosa complessa, basta solo seguire i giusti passaggi e assicurarsi di non danneggiare la sacca del nero (utile per ottime preparazioni in cucina).

Come pulire le seppie fresche - Togliere l'osso

Come sicuramente saprete le seppie contengono al loro interno una placca ossea che sostiene il corpo per lungo, il famoso "osso di seppia". Per poter procedere alla pulizia della seppia, è necessario che quest'osso venga eliminato. Per eseguirne la rimozione, è sufficiente tastare il corpo della seppia per capire dove si trovi tale osso e, una volta individuato, procedere a incidere con un coltellino da pesce la pelle della seppia per facilitare la rimozione. Una volta inciso, basterà afferrare l'osso per rimuoverlo con facilità. In questa fase è necessario fare attenzione a non schiacciare la sacca del nero all'interno della seppia.

Come pulire le seppie dal nero - Rimuovere la sacca di nero senza danneggiarla

Una volta eliminato l'osso, dal corpo della seppia è possibile (utilizzando la stessa incisione utilizzata per l'osso) rimuovere anche la sacca di inchiostro nero. Rimuovetela con le dita, delicatamente, ed evitate di farla lacerare mentre la tirate via. Se rimarrà intatta, potete metterla da parte in un contenitore, a patto che rimanga umida. Non aspettate troppo tempo prima di utilizzare il nero di seppia, o finirà per andare a male.

Come pulire le seppie intere - Rimuovere i tentacoli

Se avete le seppie tutte intere, è ora necessario rimuovere anche i tentacoli, che andranno puliti separatamente. Potete fare questa operazione molto facilmente, in quanto sarà sufficiente rimuovere la parte della "testa" infilando le dita nella zona in cui questa si unisce al corpo e tirare via. In questo modo otterrete la parte dei tentacoli separata dal corpo della seppia.

Come pulire la seppia - Rimuovere le interiora e il becco

Quando avrete separati i tentacoli dal corpo con essi verranno via anche le interiora. Sciacquate accuratamente la seppia e, prendendone in mano la testa, afferrate la parte molle (la consistenza è molto più soffice della carne) delle interiora e strappatela via sotto l'acqua corrente. Fatto questo, spingete con un dito il becco che si trova al centro dei tentacoli per poterlo incidere con un coltellino affilato e rimuovere, aiutandovi magari con una pinza per pesce. Sempre con il coltello, incidete la parte intorno agli occhi per pulire la seppia completamente.

Finire di pulire la seppia - La pelle

Arrivati a questo punto, l'unica cosa da eliminare è la pelle. La seppia, infatti, possiede carni gustose e bianchissime, e la pelle rovinerebbe il gusto di questo pesce bianco. Per rimuovere la pelle della seppia incidetela e, con attenzione, tiratela via dalla parte carnosa. Eseguite l'operazione vicino ad un lavandino, per sciacquare la seppia una volta finito.

In conclusione

Dopo avervi spiegato come pulire le seppie, è tempo di cucinare come preferite questo gustoso cefalopode, magari seguendo le giuste indicazioni su come preparare al meglio la carne di seppia.

 

PINTEREST pulire le seppie Aggiungimi su Pinterest!
Lascia un Commento